Se ricordate circa un anno fa l’OCSE fece rumore con un paper in cui consigliava all’Italia una tassa patrimoniale, che ovviamente sarebbe caduta sui valori immobiliari, per riuscire a “ridurre la disuguagliaza”.
Basterebbe far notare che, dato che l’Italia ha uno dei livelli di tasse di proprietà fra i più alti del mondo, non si sarebbe ridotta la disuguaglianza, ma ammazzata la classe media.
Però, per quale ragione fare una proposta così illogica, così antipopolare? La risposta viene da oltreoceano.
Negli USA l’Illinois ha un problema fortissimo legato al sistema pensionistico. Purtroppo i sistemi contributivi tanto elogiati dai nostri liberisti spesso vengono a non reggere. A questo punto viene chiesta una consulenza alla Fed di Chicago che consiglia di aumentare le tasse sugli immobili. La motivazione? Eccola:
“La teoria economica standard prevede che il valore delle case calerà, a causa della nuova tassa sulle proprietà, che sono capitalizzate nei valori delle case. Gli attuali proprietari non saranno felici di questo (!), ma comunque ci sarà un buon risultato per l’economia dell’Illinois. Questo perché le nuove tasse non dovrebbero colpire la gente che pensa di andare in Illinois. Mentre dovrebbero pagare tasse più alte, questo non sarebbe scoraggiato dal dover pagare di più per le case nuove. Inoltre gli attuali proprietari non sarebbero in grado di evitare la nuova tasse vendendo la casa e trasferendosi perché il valore delle case rifletterebbe in modo rapido la nuova tassa”.
Ora ve lo spiego bene: Le case devono essere tassate perché così calano di valore e questo favorisce i nuovi venuti. Togliete questo discorso dagli USA, spostatelo all’Italia ed avrete il motivo per cui l’OCSE vuole la Patrimoniale: favorisce l’immigrazione, perché abbassa i valori degli immobili, a scapito dei proprietari nazionali.
Le conseguenze vere ce le fornisce lo stesso Illinois. Ricordiamo che quello stato ha già la tassazione più elevata per gli immobili degli USA: la tassazione è talmente elevata che si mangia metà delle rendite.
A pagare il peso maggiore sono le famiglie a reddito fisso (leggi operai e pensionati) che vedono distrutto il proprio valore immobiliare ed i propri redditi. Non c’è vantaggio, non c’è equità, anzi l’esatto opposto.
Il risultato è la “Death Spiral”, ovvero la spirale della morte: più tasse immobiliari >>> minore valore>>> minore reddito >>>minore consumo>>> minore economia>>> fuga dei residenti>>> minore valore immobiliare.
Ed infatti l’Illinois vede una fuga dei residenti: un milione e trecento mila residenti se ne sono andati. Evidentemente qualcosa non va e la FED non ha che da consigliare la stessa cura, sbagliata.
Il Consiglio dell’OCSE sarebbe solo un regalo all’immigrazione, pagato dai residenti e non farebbe che creare maggiore povertà collettiva.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here